Domenica 15 settembre: una festa nella festa

Il coro Voci di San Sebastiano ha festeggiato i suoi 20 anni di attività cantando per la Madonna Addolorata di Fiemme assieme a Gen Verde e altri 120 amici coristi

Domenica scorsa, come di consueto nella terza domenica di settembre, si è celebrata la S. Messa per la Madonna Addolorata di Fiemme, ma quest’anno c’è stata una sorpresa speciale, ad animare la liturgia c’era un coro polifonico sconosciuto, composto da più di cento elementi e da una piccola orchestra. Si trattava dei partecipanti del laboratorio liturgico musicale con Gen Verde organizzato dal coro “Voci di San Sebastiano” di Cavalese per festeggiare il suo ventennale d’attività. Questo workshop, che si è tenuto nelle sale del Palafiemme tra il 13 e il 15 settembre, ha convolto più di 120 persone tra coristi e strumentisti, dai tredici ai settant’anni, provenienti da venticinque cori di ben diciotto parrocchie tra Alba di Canazei e Valfloriana. Tutti i partecipanti si sono dichiarati entusiasti delle tre giornate passiate assieme alle ragazze del famoso gruppo di musiciste a compositrici di Loppiano che, oltre allo studio delle partiture musicali, hanno dedicato molta attenzione all’interpretazione del significato dei testi dei brani, cercando di focalizzare l’attenzione di coristi e musicisti sulla preghiera trasmessa attraverso la musica. Le componenti di Gen Verde conoscono bene la Parola del Signore perché appartengono al movimento dei Focolarini di Chiara Lubich e hanno deciso di dedicare la propria vita a Cristo proprio attraverso la composizione e l’insegnamento di musica sacra. Queste professioniste straordinarie hanno insegnato ai partecipanti al workshop a mettere il loro talento al servizio della comunità in preghiera e il risultato si è potuto apprezzare durante la Messa di domenica nella quale sono stati eseguiti i brani firmati Gen Verde, caratterizzati da meravigliosi intrecci di voci arricchiti dall’accompagnamento di strumenti musicali che raramente si ha il piacere di sentire in chiesa, come percussioni e strumenti a fiato. Anche l’assemblea è stata coinvolta in questo canto-preghiera dalle maestre del gruppo di Loppiano che hanno insegnato alcuni tratti dei brani principali prima di iniziare la liturgia. Infine, non è mancata l’attenzione alla vera protagonista: la Madonna Addolorata di Fiemme. La speciale corale ha intonato come canto finale “Madonna di Fiemme” coinvolgendo in questo commuovente canto di preghiera e ringraziamento i fedeli presenti.

Il Workshop Gen Verde, ideato dalla maestra delle Voci di San Sebastiano Manuela March, è stato appoggiato fin da subito da Don Albino e Don Massimiliano che hanno visto in questa iniziativa una bella occasione per incentivare la collaborazione tra cori e parrocchie diversi. La realizzazione di questo progetto è stata possibile grazie al sostegno del Comune di Cavalese, in particolare, dell’assessore alla cultura Ornella Vanzo e al supporto finanziario della Cassa Rurale Val Fiemme e del BIM, da sempre vicini a queste belle iniziative sul territorio. Fondamentale anche la collaborazione con altre associazioni, in primis la “NOI” – Oratorio di San Sebastiano che ha fornito la sua assistenza per la parte burocratica e il gruppo Alpini di Cavalese che si è occupato dei due pranzi al Palafiemme assieme ad un gruppo di volontari che ha servito in sala. Tantissime persone hanno dato il proprio contributo a questo weekend all’insegna dell’amicizia, della condivisione e della collaborazione. Tre giornate che hanno lasciato il segno non solo per il coro organizzatore che ha spento le sue prime venti candeline circondato dall’affetto di tantissime persone, ma per l’intera comunità cristiana delle nostre Valli. Questo progetto, infatti, è stata la dimostrazione che superare i campanilismi e lavorare assieme non solo è possibile, ma è anche molto bello e fonte di grandi soddisfazioni. Speriamo che l’armonia venutasi a creare in questa occasione anche grazie allo spirito di fraternità portato da Gen Verde dia vita a nuove collaborazioni e nuove iniziative come questa anche in futuro!

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Email this to someone
email